"La peste suina si allarga in Europa", l'allarme dell'agenzia Ue

Sono 10 i Paesi membri interessati dalla presenza della malattia. Endemica in Sardegna da 40 anni, dal 2014 il virus è sbarcato negli Stati dell'Est e ha raggiunto Belgio e Slovacchia

La peste suina è sempre più diffusa nell'Unione europea. Secondo l'ultimo rapporto dell'Efsa, l'agenzia europea per la sicurezza alimentare, il virus è presente oggi in 10 Paesi Ue e continua la sua progressione verso il Sud-Ovest del Continente. 

L'Italia conosce bene la malattia: da 40 anni, la peste suina è endemica in Sardegna. Nel 2014, il virus si è diffuso al confine orientale dell'Ue, in particolare in Romania, dove si conta il numero più alto di casi. E da li' si sta spostando verso il resto dell'Unione, raggiungendo da un lato il Belgio e dall'altro la Slovacchia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La malattia, innocua per l'uomo, è letale per i suini e devastante per il settore dell'allevamento. L'Efsa indica negli allevamenti non commerciali la sfida più grande per l'eradicazione del virus sui suini domestici, e suggerisce per le aree ancora non infette di intensificare lo sforzo di caccia ai cinghiali, vettori della malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, niente caffè e meno pasta per gli italiani se si bloccano le importazioni

  • Cibo e coronavirus, 6 falsi miti su cui fare chiarezza

  • L'appello dei braccianti immigrati: “Raccogliamo il vostro cibo ma abbiamo fame”

  • Coronavirus, aumentano le pressioni sull'Oms: “Chiuda i mercati di animali selvatici”

  • "Tutti cercano stagionali, noi non abbiamo più niente da raccogliere"

  • In arrivo il via libera al consumo di insetti in Europa

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento