Polvere di roccia sui campi agricoli per eliminare la CO2. L’idea degli scienziati per ripulire l’aria

Secondo la rivista Nature, il basalto e altri materiali sparsi sul suolo sono capaci di catturare fino a 2 miliardi di tonnellate di anidride carbonica all'anno, pari alle emissioni di Giappone e Germania messe assieme. Con effetti postivi anche per la fertilità delle terre

Spargere polvere di roccia sui terreni agricoli permetterebbe al suolo di trattenere ogni anno miliardi di tonnellate di anidride carbonica presente nell’aria, con un sostanziale contributo agli sforzi per ridurre l’inquinamento atmosferico, un fattore responsabile del riscaldamento globale. L’idea arriva da un’analisi pubblicata sulla rivista Nature, nella quale si stima che il trattamento di circa la metà dei terreni agricoli potrebbe catturare 2 miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno, equivalenti alle emissioni annuali di Germania e Giappone messe assieme. 

Lo studio

Il risultato sorprendente secondo gli scienziati è frutto delle reazioni chimiche delle particelle di roccia capaci di bloccare il gas serra in nel giro di pochi mesi. Secondo alcuni studiosi, questo approccio potrebbe essere il modo migliore - nel breve periodo - per rimuovere CO2 dall’atmosfera. Un’azione di “assorbimento” dell’anidride carbonica che andrebbe pur sempre accompagnata, fanno notare gli esperti, dal taglio dell’uso di combustibili fossili che rilasciano CO2. Tuttavia gli scienziati concordano sul fatto che per prevenire l’innalzamento della temperatura globale è necessario non solo evitare di emettere altri gas serra, ma anche rimuovere le enormi quantità di CO2 già presenti nell’aria.

I vantaggi per gli agricoltori

L’azione della polvere di roccia, ribattezzata Enhanced Rock Weathering (Erw), presenta numerosi vantaggi secondo i ricercatori. Innanzitutto, molti agricoltori aggiungono già polvere di calcare ai suoli per ridurre l’acidificazione dei terreni e l'aggiunta di altra polvere di roccia migliorerebbe anche la fertilità e la resa dei raccolti. Il che significa che spargere polveri sui terreni agricoli, oltre che avere effetti ambientali positivi, potrebbe essere conveniente per gli agricoltori stessi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le proprietà del basalto

Il basalto - secondo le prime ricerche - è la roccia migliore per catturare CO2 e molte miniere producono già polvere della roccia vulcanica come sottoprodotto. I ricercatori hanno anche scoperto che i Paesi responsabili di maggiori emissioni a livello mondiale - ovvero la Cina, gli Stati Uniti e l’India - sono anche tra i più grandi detentori di rocce e presentano condizioni utili per il processo Erw. Le tre superpotenze contano infatti su vaste aree di terra coltivate e sono caratterizzate da climi relativamente caldi, che accelerano le reazioni chimiche benefiche per l’ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Birra e patatine a rischio per il clima, il Belgio in allarme

  • La misteriosa malattia che sta uccidendo i kiwi italiani

  • È mandorle mania, da 5 anni in Europa l'ingrediente più usato nei nuovi prodotti alimentari

  • Londra vieta i gruppi di più di sei persone, ma non se si va a caccia

  • "Carne contaminata venduta sul mercato", l'allarme degli ispettori sanitari europei

  • Il governo polacco collassa sulla legge per vietare gli allevamenti di animali da pelliccia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento